Cari amici oggi vi parlo di un buon libro di poesie scritte da Fabio Pinna. Un opera prima che racchiude in se tutti i pregi, i difetti di ma soprattutto le speranze di un giovane autore. Ma andiamo con ordine.

“Un sogno diventa realtà” – Fabio Pinna

10578646_767876949941457_1168620429_n

La Mia opinione

Leggere un libro di poesie è sempre una grande avventura. Perché a differenza della prosa la poesia è un qualcosa di estremamente intimo, che il poeta decide di condividere con il mondo.

Quindi non è facile, perché bisogna avventurarsi nei meandri dell’animo del poeta, animo che può avere mille sfaccettature, tutte che andrebbero capite ed analizzate per poter capire in fondo il senso della poesia che si sta leggendo.

Qualunque poesia, anche quella che a noi può sembra brutta (purché rispetti almeno le regole della metrica di base), in sé racchiude una scintilla del vissuto e delle esperienze del poeta, vissuto che ovviamente cambia e si evolve anche a seconda dell’età del poeta e che quindi non può essere giudicata, soprattutto se il giudizio rimane poi molto superficiale.

Per questo se leggerle non è mai facile e né scontato, il commentarle poi è ancor più difficile e delicato. Questo è un campo minato, in cui raramente ho deciso di avventurarmi.

Tuttavia mentre leggevo il libro di poesie di Fabio Pinna “Un sogno diventa realtà” è salito in me un entusiasmo tale da obbligarmi a recensire questo libro. Qui vorrei fare una premessa però. Questo libro è stato scritto in gioventù da Pinna, cosa che si capisce subito per l’ingenuità di alcuni passaggi, quindi non è né un opera matura né tanto meno un opera perfetta. Tuttavia proprio per questo sua peculiarità, questa raccolta di poesie racchiude una grande energia.

Ma andiamo con ordine e partiamo dal titolo. Oggi come oggi pochi ti dicono che i sogni possono diventare realtà, al contrario la società moderna ti impone di “sognare”, o peggio di “desiderare” solo un modello da lei prestabilito in un senso di omologazione totale. Perché diciamo la verità, l’omologazione è controllo e sottomissione. Tutti vogliono la stessa cosa e quindi si può veicolare la società verso i propri interessi. Al contrario il “sogno” quello vero, quello libero, quello diverso dagli altri è libertà e felicità. Quindi trovare una raccolta di poesie che già dal titolo ti dice che devi sognare è un rottura con il senso di omologazione della nostra società e solo per questo si dovrebbe prendere in considerazione seriamente di leggere questa raccolta.

Ma veniamo al contenuto di questa raccolta. La maggior parte delle poesie ha come tema cardine l’amore e l’amicizia. Certo alcune sono un po’ melense e forse un po’ scontate, ma il fatto che parlino d’amore e di amicizia è, a mio avviso, una cosa straordinaria, una ennesima rottura con il senso di omologazione di cui parlavo prima, soprattutto perché questi sentimenti vengono narrati attraverso gli occhi ingenui di un ragazzo, capace ancora di emozionarsi. Oggi il vangelo del mondo è quello del “Pensa solo a te stesso”, un vangelo in cui non si trova spazio né per l’amore né per l’amicizia. Per questo ho trovato molto importante il tentativo di Pinna di esprimere questi sentimenti attraverso la poesia. Solo per citarne alcune che mi hanno maggiormente colpito “Bailamos” per la sua dinamicità e “Scintilla” per la speranza che infonde. Queste sono solo due delle più significative, che non elenco tutte per ragioni di sintesi.

Ma il Pinna non parla solo d’amore e di amicizia, ma anche dei drammi del mondo, come la guerra. Commovente la poesia “scarpette rosse”, in cui il poeta riesce ad esprimere in maniera eccellente, cosa significa il dramma della guerra per i bambini che, loro malgrado, sono costretti a viverla. Sempre sulla sul tema della guerra, un’altra poesia che mi ha molto colpito è “Guerra e pace” in cui l’autore pone l’accento, non solo sull’assurdità della guerra in sé, ma anche sul fatto che non si trovino mai giustificazioni valide ad essa, neanche da parte dei vincitori.

Insomma, una raccolta di poesie di certo non perfetta, forse troppo ingenua e a sprazzi acerba in alcuni passaggi, ma di certo una raccolta di poesie che va letta ed interiorizzata per il messaggio che porta. Un messaggio che oggi sembra essere dimenticato.

Altri dati e Link utili:

Per chi volesse approfondire la vita e le opera di questo autore, che è anche un apprezzabile blogger, vi rimando al suo sito dove potete trovare la sua biografia e tutto quello che vi serve su di lui (QUI).

Per chi invece fosse interessato ad acquistare i sui libri li può trovare nei seguenti store:

IBIS in versione cartaceo (Qui)

Amazon in versione e-book (QUI)

Google PLAY in versione e-book (QUI)

Questo è tutto non mi rimane altro che augurarvi una buona lettura e darvi appuntamento al prossimo articolo 😉

Diego Romeo

Annunci