Patto con il Vampiro di Tiziana Cazziero

Salve cari amici di Lane Percorse, oggi vi voglio parlare di un romanzo, breve ma molto intenso, che mi ha colpito molto dal titolo “Patto con il Vampiro scritto da Tiziana Cazziero ed edito da “Libro Aperto Edizioni”

Ma prima di iniziare con il libro vi voglio presentare l’autrice con due bervi note biografiche:

Tiziana Cazziero nasce a Siracusa nel 1977, scrivere è sempre stato il suo modo di rapportarsi con la vita.

Tiziana Cazziero, ragioniera con la passione innata per la scrittura, ha cominciato a scrivere in età adolescenziale, collezionando una serie di poesie e racconti e partecipando a diversi concorsi letterari, ricevendo riconoscimenti e segnalazioni.

Lavora da anni nel settore della comunicazione come giornalista freelance, collaborando con diversi portali e testate giornalistiche online. Autrice del romanzo Voltare Pagina, pubblicato nel 2011, blogger e recensionista, curatrice di rubriche culturali e appassionata di fotografia. si è classificata seconda al concorso letterario a tema “Streghe e vampiri” indetto dalla casa editrice Giovane Holden –

Oggi questo romanzo rappresenta la sua seconda uscita editoriale – Patto con il vampiro Edito da Libro Aperto Edizioni.

copertina vampiro

 

SINOSSI.

Sonia vive apparentemente una vita tranquilla, è una giornalista che ama il suo lavoro e che punta al successo e alla carriera. Il suo passato però è ombrato da un vecchio episodio che ha gettato del mistero sulle sue origini e la sua esistenza. Comincia così un percorso a ritroso nel tempo, dove si ritroverà a scoprire le sue vere origini. Una storia ricca di magia che vive la sua realtà nell’era moderna. Un segreto avvolto nel mistero che potrebbe essere la soluzione di tutto. Un amore impossibile e condannato dal mondo magico, una storia destinata a finire ancor prima di iniziare.

LA MIA OPINIONE

Il secondo romanzo della Cazziero si sviluppa in due dei luoghi più belli e carichi di misticismo d’Europa. L’Italia e la sua capitale Roma, la Città Eterna da cui muove la trama e la Scozia, con i suoi castelli e le sue leggende che donano alla fabula il necessario tocco di mistero. Lo stile è fluido e leggero, capace di coinvolgere il lettore al punto da immaginare di trovarsi vicino ad Ettore nel momento in cui racconta a Sonia la verità, oppure alla stessa eroina quando distrugge l’ufficio del suo capo. L’espediente narratologico di non dividere in capitoli può sembrare ardito, ma la scelta risulta essere la chiave di volta per rendere il testo ancora più avvincente e dinamico, portando tutto di un fiato il lettore all’epilogo. Forse i personaggi avrebbero meritati qualche descrizione in più, in particolar modo il vampiro; ma questa apparente carenza viene sopperita dall’estrema mobilità del racconto, che lo rende molto godibile. Consiglio vivamente di leggere questo secondo volume che ci permette di trascorrere ore di assoluto piacere nella Scozia dei nostri sogni.

 

Con questo è tutto a presto e alla prossima recensione.

Buona lettura

Diego

Annunci